Pallmann

Pallmann sottolinea i vantaggi dell’impianto PolyGrinder® al Plast Milano

  • L’impianto PolyGrinder®, type PMM 300 viene esposto al Plast Milano 2015
  • Adatto a produrre/ la miglior qualità di polvere/polvere di qualità per prodotti di successo
  • Presenta anche la nuova generazione di impianti PFV Plast-Agglomerator
  • Hall 22, stand C151

Zweibrücken, Germania (4 marzo 2015) – Al Plast Milano (5-9 May 2015), Pallmann evidenzia i vantaggi dell’impianto PolyGrinder®, tipo PMM 300, nel polverizzare a temperature ambiente termoplastici per masterbatch e compound. L’impianto è in grado di trattare sia grandi quantitativi di materiale, fino a 650 kg/h, sia piccole quantità. Produce polvere di ottima qualità per i settori del masterbatch, compund e stampaggio rotazionale, con materiali semplici come PVC e polietilene ma anche con materiali difficili e sensibili al calore come EVA, polipropilene, poliammide, poliestere e policarbonato.

Il materiale viene polverizzato a temperature ambiente, senza aggiunta di agenti refrigeranti come l’azoto liquido. Il mulino opera in modo economicamente molto vantaggioso grazie ad un funzionamento praticamente esente da manutenzione, ad una facile pulizia dell'interno e alla regolazione rapida e precisa del gap di macinazione. Le polveri prodotte hanno ottime caratteristiche di miscelazione e scorrevolezza. Grazie ad un design compatto e non vincolato alla presenza di una struttura portante, questo mulino può essere facilmente integrato nelle linee di produzione esistenti.

L'interno del mulino è caratterizzato da superfici perfettamente lisce, prive di zone o angoli morti in cui il materiale possa fermarsi ed appiccicarsi. Il materiale viene scaricato lateralmente in un ciclone e raccolto in sacchi, in contenitori o convogliato direttamente alla successiva fase di produzione.

PFV Plast-Agglomerator

Al Plast Milano, Pallmann presenterà anche la nuova generazione di PFV Plast-Agglomerator. Con questa unità gli scarti termoplastici possono esseri riciclati e reintrodotti nel ciclo di produzione. L'apparecchiatura è caratterizzata da un costo relativamente basso rispetto ad altre tecnologie di riciclaggio, e lavora in modo da provocare il minimo stress termico sul materiale, in modo da mantenere pressoché intatte le caratteristiche originali dello stesso.

Il PFV Plast-Agglomerator è in grado di trattare gli scarti provenienti dalla produzione di film, fibre, espansi, tappeti o altri materiali misti di PP, PE, PVC, ABS, e XPS così come molti altri materiali compositi. Trova infine un impiego molto vantaggioso nella trasformazione di materiali sensibili al calore come il PLA.

Nel Plast-Agglomerator, gli scarti di produzione ridotti in pezzatura da 8-10 mm, vengono portati al rammollimento plastico mediante attrito, pressati attraverso una filiera e tagliati sulla circonferenza esterna della filiera da coltelli rotanti. Il materiale agglomerato viene trasportato pneumaticamente ad un granulatore a caldo, che uniforma il prodotto in granuli scorrevoli con alta densità apparente e minima degradazione termica. I granuli così ottenuti acquistano il valore di una materia prima che può essere reintrodotta nel processo produttivo o utilizzata in altre applicazioni, per esempio come filler.

Nuove caratteristiche tecniche rendono il Plast-Agglomerator ancora più funzionale. Pallmann è infatti ora in grado di fornire impianti modulari completi, premontati su un telaio di base, completamente cablati: ciò semplifica l'installazione e riduce i tempi di montaggio. Anche dopo il montaggio, l’impianto può essere spostato agevolmente, divenendo così facilmente adattabile alle mutevoli condizioni di produzione presso il cliente.

Per facilitare la lavorazione di materiali abrasivi come scarti provenienti dalla produzione di tappeti, la matrice forata (filiera) e la camera di agglomerazione vengono rivestiti con un materiale speciale resistente all'usura. Ciò garantisce un considerevole aumento della durata degli elementi di agglomerazione e una riduzione dei tempi di fermo per la sostituzione delle parti soggette ad usura.

Domande generali

PALLMANN Group
Wolfslochstraße 51
66482 Zweibrücken
Germany
+49 6332 802-103
rolf.gren@​pallmann.eu
www.pallmann.eu

Note per gli editori


Il Gruppo PALLMANN

Fondata nel 1903 come azienda meccanica, Pallmann nasce come impresa a conduzione familiare di media dimensione, con una storia che vanta sette generazioni di mugnai e costruttori. Ora divenuto una multinazionale, il Gruppo PALLMANN si è specializzato nelle tecnologie di macinazione e lavorazione dei materiali in vari settori. Ha fornito più di 100.000 impianti nel mondo e offre più di 1000 tipi di macchine che rappresentano la più vasta gamma di macchinari al mondo nel settore della macinazione di tutti i materiali che possono essere morbidi o mediamente duri, fragili o tenaci, così come fibrosi.

Il Gruppo PALLMANN possiede un Centro Prove e Ricerche altamente equipaggiato, dove il cliente può testare il proprio materiale su macchinari a scala industriale, assicurandosi che il macchinario proposto risponda perfettamente alle proprie esigenze.

In tutto il mondo, il gruppo occupa circa 600 persone. Il personale è esperto e altamente qualificato. Gli stabilimenti, le succursali, lo stabilimento di macinazione per conto terzi e gli uffici commerciali situati in Europa, Nord e Sud America, Asia e Cina, sono in grado di garantire ottimi servizi di consulenza e supporto nella progettazione, installazione, messa in servizio di impianti e macchinari, nonché la fornitura di parti di ricambio.

Per saperne di più sul Gruppo PALLMANN visitare il sito www.pallmann.eu.

Related images

 

Editorial enquiries

Rolf Gren
PALLMANN Group

+49 6332 802-103
Rolf.Gren@​pallmann.eu

Inka Finne
EMG

+31 164 317 019
ifinne@​emg-pr.com

 

Also available in

 

Share

 

More news from